Blog

Distribuzione Canapa Italia

Canapa: evoluzione curiosità, applicazioni.

Forse non tutti sanno che l’Italia era il secondo produttore mondiale di Canapa fino alla metà degli anni ’40, più precisamente dall’espansione delle potenti repubbliche marinare fino all’avvento del piano Marshall, quando il pur innegabile boom economico decretò il sopravvento dei

tessuti sintetici a sfavore di quelli fatti di canapa industriale. Eppure fino a quel momento c’erano circa 100.000 ettari di coltivazione di cui una buona parte al Sud. Adesso che c’è una nuova rivoluzione dei costumi che partono dalla tutela ambientale e che si abusa un po’ troppo del termine “green” non c’è niente che possa valorizzare al meglio questo concetto della canapa sativa, una meravigliosa pianta che può arrivare anche a cinque metri d’altezza la cui primordiale origine è asiatica, anche se poi si è acclimatata in Nordamerica e appunto Europa.

La Canapa è uno straordinario esempio di carbon negative nella sua filiera produttiva: dotata di ottime proprietà nutrizionali, grazie alla presenza massiccia di Omega3, omega 6 e proteine, occorre ribadire che secondo stime ufficiali,  una tonnellata di canapa secca, può assorbire circa 325 kg di anidride carbonica, ovvero il lato più deleterio dell’industrializzazione, mortificata nella sua espansione dal proliferare di impianti che inquinano rilasciando nell’ambiente circostante una quantità di CO2 superiore a quella presente in natura. La canapa al contrario, contribuisce in maniera evidente ad eliminarla dall’atmosfera e le possibili applicazioni sono le più disparate. Infatti viene utilizzata in opere di fito-risanamento. In pratica, si tratta di coltivare i terreni inquinati con alcuni tipi di piante che, in virtù della loro opera bonificante, assorbono le sostanze tossiche rendendole poi innocue. Un tentativo coraggioso per quanto riuscito avvenne proprio nei campi intorno alla centrale nucleare di Chernobyl, con risultati strabilianti, al punto da essere replicata in altre aree rurali permeate dalla micidiale diossina—la sostanza tossica meglio assorbita dalle radici di questa pianta così virtuosa la cui coltura sostenibile ha un immensa versatilità di impiego.

 La legge numero 242 del 2 dicembre 2016 ha sancito tutta una serie di campi applicativi in alcuni settori centrali della nostra economia, ovvero:

  • Alimentazione, con particolare riguardo intorno alla celiachia
  • Cosmetica
  • Creazione di semilavorati per forniture a industrie e artigiani: fibra, canapulo, polveri, oli e carburanti
  • Fertilizzante naturale al 100 x 100
  • Bioingegneria e bioedilizia
  • Fitodepurazione e bonifica di siti inquinati
  • Florovivaismo
  • Produzione di energia pulita (solo per scopi aziendali) come fibre ottiche per la creazione di energia solare.
© 2018 - Distribuzione Canapa Italia S.r.l.s.
Sede Fiscale: Via Cavour 6/8 - 88044 Marcellinara (CZ) - Italy
P.IVA 03635930799 C.F. 03635930799
Sede Operativa: Via San Francesco di Paola 93 - 88044 Marcellinara (CZ) - Italy
Tel. +39 3396399104

Cerca